PELLE NORMALE.


La pelle normale non è né troppo asciutta né troppo secca né troppo oleosa, Infatti presenta: 

– Nessuna o poche imperfezioni.

– Nessuna sensibilità acuta

– Pori invisibili.

PELLE SECCA.


La pelle secca può rompersi, spellarsi, diventare pruriginosa, irritata o infiammata. Se è davvero secca, può diventare ancora più ruvida e squamosa, specie nelle aree del palmo delle mani, delle braccia e delle gambe.

La pelle secca presenta:

– Pori quasi invisibili.

– Carnagione piatta e ruvida.

– Gote rosse.

– Pelle meno elastica.

– Rughe più visibili.

PELLE MISTA.


Anche se hai una pelle secca o normale, questa può essere oleosa solo in alcune aree, come ad esempio La T-Zone, quella che include naso, fronte e mento come per formare una T. Questo è un tipo di pelle molto comune che potrebbe richiedere un trattamento specifico per ciascuna delle differenti aree.

La pelle di tipo misto può avere:

– Pori che sembrano più larghi del normale, perché sono più dilatati.

– Punti neri. 

– Pelle luminosa.

PELLE OLEOSA.


Il grado di oleosità della pelle può variare durante l’anno, anche a causa delle condizioni atmosferiche e soprattutto in base a squilibri ormonali, stress, caldo ed eccessiva umidità.

La pelle oleosa presenta:

– Pori più dilatati.

– Incarnato piatto o lucido.

– Punti neri, brufoli ed altri inestetismi.
 

PELLE SENSIBILE.


Anche la pelle naturalmente sensibile è un tipo di pelle che, per l’appunto,  si contraddistingue per l’estrema sensibilità. Si tratta di una caratteristica genetica, nel senso che la si acquisisce dalla nascita e non può essere cambiata. 

Può essere soggetta a: 

– Arrossamenti.

– Pruriti.

– Scottature.

– Secchezza