LA GUIDA DI MILOON ALLA DISIDRATAZIONE INVERNALE: Parte 3.

miloon DEHYDRATED SKIN GUIDE

Siamo in quel periodo dell’anno in cui il freddo e bassi livelli di umidità aumentano la secchezza della pelle, destinandola inesorabilmente alla disidratazione. Senza un’adeguata cura, la pelle secca può comportare una consistenza della texture ruvida e quasi squamosa, rughe più pronunciate, maggiore sensibilità della pelle e maggiore tendenza ad infiammarsi anche per il drastico decremento nei tessuti della quantità di Collagene ed Elastina. Ecco alcuni suggerimenti e tecniche che ripristineranno il livello di idratazione e di bagliore naturale. Oggi parliamo di Stratificazione, del metodo 7 Skin, e del potere illuminante della vitamina C: insomma, di tutto ciò che devi sapere per ottenere uno splendore abbagliante ed incontaminato. Si comincia. Sei pronta a provare?

miloon DEHYDRATED SKIN GUIDE

1. STRATIFICA GLI IDRATANTI.

Proprio come quando ricopri il tuo corpo con strati di vestiti, (camicia, maglione, giacca, sciarpa), è consigliabile, nei mesi più freddi, stratificare gli idratanti. La pelle secca dell’inverno ha bisogno di tutto il supporto che può ottenere e la stratificazione fornisce una dose aggiuntiva necessaria di umidità.

2. TUTTO SUL LAYERING.

Certo, con l’avvicinarsi delle temperature più basse, le vacanze di Natale sono il momento perfetto per godersi il clima freddo e rilassarsi un po’ all’aperto, con una passeggiata in città, o un weekend sulle piste da sci. Ma è proprio in questi momenti che il rischio di disidratazione è sempre dietro l’angolo. Ecco che stratificare idratanti nel giusto ordine potrebbe essere davvero la mossa giusta per preservare al salute della nostra pelle. Esistono diversi tipi di principi idratanti e ognuno di essi ha funzioni leggermente diverse quando si tratta di idratare la pelle. Idratanti come l’acido ialuronico, la glicerina o l’aloe vera, ad esempio, attraggono l’umidità dall’aria portandola verso gli strati più profondi della pelle. D’altra parte, gli agenti occlusivi (come l’olio d’oliva, la lanolina e l’olio minerale) li sigillano sotto la pelle, rallentandone la dispersione. Questa tecnica di stratificazione garantisce l’idratazione della pelle a lungo per tutto l’inverno, per avere un aspetto davvero luminoso. Ora che hai acquisito le basi, è il momento di diventare dei veri esperti in fato di stratificazione.

3. IL METODO 7  SKIN.

A differenza della Layering degli idratanti, il Metodo 7 Skin si fonda tutto sul toner. In poche parole, questo è una tecnica (e un regime specifico) di skin care, in cui si applicano e stratificano 7 leggeri strati di toner.

(Fun Fact: lo sapevi che in coreano “pelle” e “toner” si dicono con la stessa parola?) Il principio alla base della tecnica 7 Skin, è che il livello di idratazione della pelle possa essere aumentato in modo efficiente ed efficace senza la pesantezza o la spiacevole sensazione di unto di creme e oli tradizionali. Si tratta anche di un ottimo modo per idratare qualsiasi tipo di pelle, fornendo l’equilibrio ottimale dell’idratazione e degli oli naturali della pelle con un delicato alone di rugiada e una pelle più soda.
Il metodo 7 skin è un regime per la cura della pelle in cui 7 strati del toner vengono applicati e stratificati in successione. (Nota interessante: “pelle” e “toner” sono la stessa parola in coreano.) L’idea alla base dei 7 strati è che il livello di idratazione della pelle può essere aumentato in modo efficiente ed efficace senza la pesantezza o l’untuosità che potrebbero derivare da creme e oli tradizionali. È anche un ottimo modo per idratare tutti i tipi di pelle, fornendo l’equilibrio ottimale di idratazione e oli naturali della pelle, lasciando un delicato alone turgido e una pelle più soda.
Consigliamo di non usare più della larghezza di un centesimo di prodotto versandolo sul palmo della mano. Usarne troppo, non solo risulterà in uno spreco, ma non consentirà di applicarlo con colpetti per favorirne l’assorbimento.
Il metodo di applicazione più comune è quello di pulire la pelle con un batuffolo di cotone imbevuto di toner, e picchiettare con le mani per il resto dei 6 passaggi. Si consiglia di lasciar passare al massimo 3 minuti tra ciascun passaggio, massaggiando questo nutrienti per 2/3 del tempo di attesa.

4. BRIGHTEN UP CON VITAMINA C.

Possiamo sicuramente dire che il tono blu della pelle , in inverno, è un fenomeno tanto spiacevole che diffuso: carnagione opaca, cinerea, squamosa. Eliminali donando alla tua pelle una dose giornaliera di vitamina C, per ridurre le macchie scure e ammorbidire la pelle ruvida, ripristinandone la naturale luminosità. Mescola due gocce di Klairs Vitamin Drop nella tua crema idratante, mattina e sera, per rendere la tua pelle più luminosa man mano che le giornate diventano più buie.