LA GUIDA DI MILOON AGLI INGREDIENTI: Parte 3.

 

 

ACNE? ANCHE BASTA! Continuiamo il nostro viaggio nel mondo dei principi attivi della skincare coreana. Oggi è arrivato il momento di scoprire gli agenti promotori di pori liberi, per una pelle perfettamente pulita in profondità e naturalmente libera da acne. Senza ulteriori indugi introduciamo ui nostri eroi: Acido acetilsalicilico, Tea Tree, Argilla, BHA. Scopriamoli assieme, assieme ai migliori prodotti che li contengono, nel terzo episodio della Miloon K-Beauty Guide ai principi attivi.

Pori occlusi e dilatati. Che noia. Non sono solo antiestetici. Ma anche poco sani. Ma quanta attenzione facciamo alla loro cura?
Se avrai letto la nostra guida all’acne, saprai che con il termine acne si fa riferimento ad una problematica della pelle che, in alcune circostanze e per motivazioni ben precise, produce sebo in eccesso. La scienza dice che la ghiandola associata al follicolo pilifero permette la produzione smodata di questo liquido grasso e untuoso che, se prodotto a dismisura, va ad intasare e infiammare i pori della pelle. Queste infiammazioni rappresentano i segni tipici dell’acne e si manifestano come brufoli, punti neri o macchie rosse e capillari dilatati, proprio come nel caso dell’acne rosacea.

Quasi sempre, l’acne compare soprattutto sul viso, anche se le bolle e brufoli possono essere presenti anche su collo, spalle e altre parti del corpo.
Parlando di pori allargati invece, tipici delle pelli grasse e delle pelli mature solitamente si concentrano nella zona T, ovvero su fronte, naso e mento, ma spesso sono particolarmente visibili anche sulle guance. A differenza di altri inestetismi il make up potrebbe evidenziarli ulteriormente.  Tea Tree, Argilla, BHA possono essere dei validi aiutanti per trattare questa problematica.

Vediamo come:

 

 

TEA TREE.

Cos’è il Tea Tree e perché è importante.

L’olio essenziale di tea tree, o tea tree oil, è ricavato dalla Melaleuca alternifolia, una pianta della famiglia delle Mirtaceae. E’ conosciuto ed apprezzato nella cosmetica coreana per le sue numerose proprietà lenitive.
In aromaterapia, per tea tree oil s’intende l’olio essenziale estratto dalla pianta di Melaleuca, uno dei più potenti, in virtù dell’azione antibatterica, antivirale e antifungina ad ampissimo spettro. Nel dettaglio, l’olio di melaleuca sembra essere in grado di esercitare la sua azione antibatterica mediante la denaturazione delle proteine della membrana citoplasmatica dei microorganismi.

Dove si trova il Tea Tree?

Detto “il guaritore più versatile della Natura” dagli aborigeni australiani l’olio essenziale ottenuto dalla distillazione delle foglie della Melaleuca Alternifolia è considerato uno degli antibiotici naturali più potenti usati in aromaterapia.
Il tea tree oil contiene 48 composti organici, ma le sostanze più importanti per la sua attività terapeutica sono due: il terpinene e il cineolo, che devono essere presenti nel prodotto finito in percentuali ben precise, essendo indicatori della qualità dell’olio essenziale.

 Per essere classificato come Tea tree oil, a norma di legge, il tea tree deve rispettare l’equilibrio che troviamo in natura: infatti l’olio di Melaleuca deve contenere oltre il 30% di Terpinene e meno del 15% di Cineolo.
Curiosità: Il Tea Tree non ha niente a che fare con la pianta del tè con le cui foglie si prepara la bevanda calda. Il nome albero del tè” (Tea Tree) gli è stato attribuito dall’ esploratore artefice della scoperta dell’Australia James Cook che, imitando le usanze locali, imparò a preparare, un infuso rinfrescante con le sue foglie.

Il tea tree oil, Se utilizzato puro al 100% è’ un ottimo antisettico, antimicotico, antibatterico, antivirale, possiede un potere balsamico, cicatrizzante, espettorante, fungicida e immunostimolante.

Il Tea Tree e I sui benefici nella cosmetica.

La cosmetica, specialmente quella coreana, che massimizza l’impiego di ingredienti naturali, ha da sempre trovato nel tea tree oil un fantastico alleato per è inoltre uno dei migliori rimedi naturali come antisettico, antimicotico, antibatterico, antivirale. In particolare modo, contro i brufoli, grazie alle sue proprietà antimicrobiche e antisettiche che consentono di uccidere la popolazione batterica annidatasi all’interno dei pori. E’ infine efficace anche per sfiammare le irritazioni del cuoio capelluto, contro la forfora e per riequilibrare la sebo-regolazione.

Il Tea Tree è molto utile per combattere l’acne. L’applicazione di prodotti a base di olio di melaleuca può rivelarsi efficace nel trattamento dell’acne vulgaris di lieve e moderata entità. Quest’applicazione dell’olio di melaleuca è stata oggetto di numerosi studi. Da uno di questi è emerso che l’utilizzo di prodotti a base di olio di melaleuca possiede un’efficacia leggermente inferiore rispetto ai prodotti a base di perossido di benzoile, ma – allo stesso tempo – provoca un minor numero di effetti indesiderati. Penetra in profondità, bilanciando la produzione di sebo e favorendo la disinfezione dei follicoli piliferi. Esso consente inoltre di eliminare le cellule morte della pelle, evitando così che queste vadano ad ostruire i pori.

Inoltre l’olio di Melaleuca è utile in caso di micosi della pelle e delle unghie, psoriasi, foruncolosi e acne, herpes labiale, piede d’atleta, porri e verruche, afte, faringiti, tonsilliti.

Infine, del tea tree è importante l’azione calmante e lenitiva dei tessuti in caso di eritemi solari o irritazioni, prurito, infiammazione della pelle, dermatiti, lievi ustioni e per alleviare le punture d’insetto.

 

 

BHA.

Cos’è il BHA?

Il BHA è un antiossidante primario, ossia un donatore di idrogeno che interrompe la reazione a catena innescata dai radicali liberi, responsabile della degradazione degli acidi grassi.

Benefici del BHA per la pelle.

Se ricordate, nella nostra guida agli esfolianti avevamo parlato della differenza tra AHA e BHA. Avevamo spiegato che gli AHA sono degli “scollanti”, che lavorano attaccando i legami andrà tra le cellule, favorendo la caduta delle cellule morte.

Invece i BHA rimuovono le impurità. Infatti BHA – Beta Hydroxy Acid, acido beta idrossido, penetrano negli strati profondi della pelle e ripuliscono i pori. I BHA potrebbero creare secchezza, sono quindi consigliati alle pelli più grasse.
I beta-idrossiacidi infatti sciolgono il sebo che intasa i pori in modo da prevenire l’insorgimento di punti neri ed altre impurità che portano alla formazione di brufoli o acne.

 

 

ARGILLA.

Cos’è l’argilla?

Argilla è il termine che definisce un sedimento non litificato estremamente fine (le dimensioni dei granelli sono inferiori a 2 μm di diametro) costituito principalmente da alluminosilicati idrati appartenenti alla classe dei fillosilicati. I minerali che compongono l’argilla sono tutti appartenenti alla sottoclasse dei fillosilicati e definiti collettivamente minerali argillosi.Le ridottissime dimensioni e la struttura dei minerali argillosi danno ai relativi sedimenti una grande capacità di trattenere l’acqua e una elevata plasticità. I minerali argillosi tendono a perdere queste caratteristiche quando diventano più compatti a causa delle modificazioni chimico-fisiche subite dopo la fase di sedimentazione. Durante il seppellimento, infatti, i livelli argillosi sono sottoposti ad aumenti di pressione e di temperatura. Così trasformate, le rocce a prevalente composizione argillosa sono denominate argilliti.

Curiosità: l’uso dell’ argilla è indissolubilmente legato alla storia dell’uomo: i Sumeri, la utilizzarono fra le altre cose, come base per incidervi la prima scrittura della storia, basata sui caratteri cuneiformi.

Dove si trova l’argilla e quanti tipi ne esistono?

Le argille attualmente disponibili in commercio e utilizzabili per scopi curativi si suddividono in base al colore. La differenza di colore fra le argille (verde, bianca, rossa, gialla, grigia, blu e beige) dipende dalla composizione chimica; dall’età dell’argilla stessa; dalla locazione dei giacimenti.

Quali sono le proprietà dell’argilla per la pelle?

L’Argilla ha numerose proprietà dermopurificanti, detossinanti, rimineralizzanti e antibatteriche.
L’argilla verde è una sostanza costituita da una miscela di composti di origine minerale originatisi dall’erosione di rocce granitiche e dalla conseguente sedimentazione dei materiali di disfacimento da esse derivanti

L’argilla dopo un periodo nell’ordine di decine di minuti si asciuga completamente divenendo un film rigido aderente perfettamente ad ogni asperità. La parte dello strato della pelle più esterna (strato corneo dell’epidermide) lentamente si scolla dallo strato granuloso dell’epidermide e resta attaccata all’argilla la quale, venendo rimossa (ad esempio con acqua), esfolia questo piccolo strato di cellule morte superficiali che abbandonano il corpo del soggetto. Come risultato la pelle appare al tatto (ed otticamente) notevolmente più liscia e morbida. Questo accorgimento estetico è stato usato empiricamente per millenni da varie culture antiche, fino a giungere pressoché invariato ai giorni nostri.
Proprietà assorbenti: l’argilla verde è in grado di adsorbire sulla sua superficie grandi quantità di gas o liquidi, da cui le grandi proprietà chelanti.

Proprietà rimineralizzanti: La ricca composizione chimica consente di apportare all’organismo adeguate quantità di sali minerali;
Proprietà detossinanti: quando unita con acqua e applicata esternamene, l’argilla verde ha un forte potere purificante. I minerali in essa contenuti sulla cute assorbono tossine e impurità;
Proprietà antibatteriche: prevenire e contrastare l’insorgenza di infezioni agendo sulla membrana cellulare e sulle proteine dei microorganismi ad essi sensibili
Proprietà cicatrizzanti impacchi a base di argilla verde sembra essere in grado di favorire la guarigione delle ferite);
Proprietà esfolianti (alcuni degli ossidi contenuti nell’argilla verde sono blandi esfolianti che la rendono un prodotto utile per accelerare il normale ricambio cellulare).

Argilla verde. Contiene circa il 50% di silice e il 14% di alluminio, possiede un pH leggermente alcalino. Ha proprietà antinfiammatorie elevate e, se impiegata per uso esterno, ha un alto potere assorbente, che la rende particolarmente adatta per la cura dell’acne e degli eczemi. Se usata per via interna: svolge un’attività disintossicante.

Argilla bianca. Utilizzata prevalentemente in cosmesi, l’argilla bianca possiede un’alta percentuale di silicio (attorno al 48%) – e di alluminio (fino al 36% e oltre) – che le conferisce il caratteristico colore. L’argilla bianca è chiamata anche caolino, dal nome della regione cinese, il Kao-Ling, dove fu scoperto il primo giacimento. È la più fine di tutte le argille ed è indicata per uso interno: combatte le fermentazioni e le intossicazioni intestinali. Contrariamente all’argilla verde, che può causare stitichezza, regola il transito intestinale.
In uso interno il Caolino possiede virtù assorbenti nei confronti dei batteri e dei virus presenti nel sistema digerente: assorbe i gas, le tossine ed è utile in caso di gonfiori o di intossicazioni alimentari. Gioca il ruolo di un protettore gastrico, offre sollievo in caso di acidità, bruciore di stomaco, ulcera, regolando l’acidità e il pH. Cicatrizzante e antinfiammatorio, protegge le mucose.
Per uso esterno, invece, l’argilla bianca viene usata soprattutto per maschere di bellezza o come anti-smagliature generico su tutto il corpo poiché non contiene ferro o, se lo contiene, è in bassa percentuale. L’argilla bianca purifica la pelle e restringe i pori dilatati. Inoltre può essere usata per la pelle screpolata, soprattutto sui talloni. È utile anche per esfoliare la pelle. Il Caolino è l’argilla più dolce per la pelle, il suo utilizzo esterno è indicato alle pelli secche, alle pelli mature e ai capelli devitalizzati. Rinnovatore cellulare, esercita un micro-gommage sulla pelle e rimineralizza l’epidermide. È perfettamente tollerata anche dalle pelli molto sensibili o intolleranti. Le sue virtù cicatrizzanti e antisettiche la rendono preziosa per la cura delle pelli irritate. Non allergizzante, è adatta anche alle pelli dei bambini. In gargarismi è adatta in caso di infezioni alle gengive o mal di gola.

Argilla Rossa. Ricca di ferro e povera di alluminio, la colorazione dell’argilla rossa è dovuta alla presenza di ferro rosso (trivalente). Questa argilla (Marina Antracite) era usata dagli antichi romani per combattere i dolori articolari e come medicamento per le ferite dei cavalli e nei lavaggi per proteggerli dalle infezioni e dalle malattie.
Attualmente è molto usata in cosmetica per la preparazione di maschere e creme per la pelle, dove viene riconosciuto il suo potere antinfiammatorio utile in caso di pelle che si infiamma e si arrossa facilmente. Se si soffre di gengive infiammate, ad esempio, basterà immergere lo spazzolino nell’argilla rossa, strofinare delicatamente le gengive e poi risciacquare accuratamente. L’uso di argilla rossa è più indicato per pelli sensibili e delicate con problemi di dermatite.
Molto assorbente, l’argilla rossa è consigliata per lenire le irritazioni cutanee e dare sollievo in caso di dolori dovuti a storte e trauma. Sulle contusioni, gli ematomi, le ecchimosi e i dolori muscolari, l’argilla rossa permette di sgonfiare le zone e di attenuare il dolore. È anche indicata per curare gli ascessi e i foruncoli. L’argilla rossa apporta benefici in caso di mal di testa, di nevralgia, di gotta. È indicata per stimolare la circolazione sanguigna.

Argilla Gialla (Illite). Il colore giallo è dovuto alla presenza di composti di ferro e di rame. Molto indicata per essere applicata sul collo, sulla schiena e anche sulla colonna vertebrale in caso di dolori. Ha una buona azione rinfrescante e può essere usata mescolata alla rossa per un’azione più completa. Per i problemi di ossa, per attenuare i dolori, in caso di grave affaticamento, combinata con l’argilla verde, l’argilla gialla stimola la riparazione dei muscoli e legamenti e mantiene gli organi interni puliti.

Argilla Grigia. Conosciuta anche come argilla Luvos o argilla tedesca (è stata scoperta in Germania nel secolo scorso) deve il suo colore grigio all’alta percentuale di Silicio, fino al 60%. L’argilla grigia è indicata per uso interno nella cura dell’acidità di stomaco e delle infiammazioni intestinali. Favorisce inoltre il drenaggio dei liquidi in eccesso e svolge un’importante azione alcalinizzante. Ha un elevato potere di scambio cationico. Ha un forte potere assorbente, probabilmente superiore alla verde ad uso interno. Oltre il 60% di silicio e 20% di alluminio conferiscono al prodotto un’enorme azione antinfiammatoria e antiacido. È adatta per tutti i tipi di pelle.