LA GUIDA DI MILOON AGLI INGREDIENTI: Parte 2.

 

 

Certo, il mondo della K-Beauty tutto incentrato su prodotti biologici a base di ingredienti naturali che, potenziati dagli ultimi ritrovati in fatto di tecnologia cosmetica, permette di ottenere prodotti eccezionali la cui essenza biologica è lasciata inalterata. Questo si traduce in prodotti cruelty free, puliti e puri che agiscono facendo miracoli sulla nostra pelle, rendendola pulita, fresca e di rugiada. Infatti, quando si tratta di ingredienti, la natura ci benedice con una varietà di alternative per raggiungere gli obiettivi desiderati.

Immergiamoci in un nuovo capitolo delle Miloon’s K-Beauty Guides. Questa volta si tratta di principi naturali che permettono alla nostra pelle di brillare. Iniziamo con l’examina di Centella Asiatica, Vitamina C, Niacinamide e AHAs e approfondiamo le loro proprietà riguardanti le imperfezioni e le cicatrici, e i tantissimi benefici quasi magici che possono apportare alla nostra pelle.

 

CENTELLA ASIATICA.

Se sei un fan della cura della pelle coreana (aka K-beauty), probabilmente hai sentito parlare dell’ingrediente Centella asiatica. Conosciuto con una varietà di nomi, tra cui Brahmi, centella asiatica, erba tigre e cola gotu, l’estratto di Centella Asiatica è un potente Skin-saver  idratante. La Centella asiatica è un ingrediente popolare nei brand K-Beauty, spesso etichettato con “creme di cica”.

Che cosa è la Centella Asiatica, e che cosa può fare per la vostra pelle?

La Centella asiatica è un’erba perenne che cresce principalmente in Asia. Per anni, ha avuto sia usi culinari che medicinali, ma come molti estratti vegetali tradizionali, sta guadagnando popolarità come ingrediente per la cura della pelle.

Le creme di Cica sono diventate la base di ogni rituale K-beauty grazie ai loro benefici lenitivi. Mentre il ciclo di tendenza gira, i marchi di bellezza occidentali sostengono che è il nuovo ingrediente di bellezza caldo. Ma la Centella asiatica vale l’hype?

Gli studi dimostrano che la Centella asiatica ha effetti benefici per la pelle, grazie ai suoi principi attivi, tra cui il madecassoside, che funge da antiossidante. Anche la stessa Centella asiatica ha dimostrato di avere potenti proprietà antiossidanti e di essere una ricca fonte di aminoacidi, e ci sono ulteriori ricerche che dimostrano che è un buon ingrediente idratante per lenire la pelle turbata o compromessa.

La Centella asiatica aiuta anche a mitigare alcuni degli effetti visibili dei danni solari. Inoltre può contribuire a rivitalizzare la barriera protettiva della pelle.

Questa è una grande lista di benefici per un ingrediente vegetale. Ci sono letteralmente centinaia di ingredienti naturali benefici, così come ingredienti sintetici eccezionali come, ad esempio, i peptidi.

La Centella Asiatica è in qualche modo simile al tè verde, in quanto è un antiossidante di origine vegetale con proprietà lenitive della pelle che ha avuto il suo inizio nella medicina tradizionale.
Ora la ricerca supporta molte delle affermazioni intorno a Centella asiatica.

 

 

VITAMINA C.

Una ricerca del 2017 condotta da Pinterest mostra che la vitamina C “risparmia sul pinning” è aumentata del 3379 per cento, dimostrando che è l’ingrediente preferito dell’anno. Secondo il dermatologo Dennis Gross, che ha sede a New York, “La vitamina C è ampiamente conosciuta per i suoi benefici antiossidanti per il corpo ma anche per la pelle, aumentando brillantemente il collagene e aiutando al contempo a trattare l’esposizione ai raggi UV foto-dannosi”.

Un calcio concreto contro l’influenza durante i mesi freddi, la vitamina C ha una comprovata esperienza di successo, ma quali sono le sue proprietà quando si tratta di cura della pelle?

La vitamina C è un ingrediente chiave per la cura della pelle anti-età, per illuminare e levigare delicatamente la pelle. Il suo potere antiossidante aiuta a proteggere la pelle dai danni dei radicali liberi causati dall’ambiente, in quanto questo può rompere la barriera del collagene e promuovere rughe e rilassamento.

Ci sono diversi tipi di vitamina C che vengono utilizzati nei prodotti per la cura della pelle, tra cui l’acido L-ascorbico, l’ascorbil fosfato di sodio ascorbile-ascorbato di ascorbile-ascorbato e l’ascorbato di retinile. Il primo ha la maggior parte della ricerca scientifica che circonda i suoi benefici ed è considerato “il re” della vitamina C, come spiega il dottor Sam Bunting nel video. L’acido L-ascorbico aumenta la produzione di collagene e leviga e rassoda la pelle, oltre a contrastare il foto-invecchiamento. Tuttavia, qualsiasi tipo di vitamina C nel siero e nella lozione idratante offre qualche beneficio per la pelle. La ricerca ha dimostrato che solo lo 0,6% di vitamina C può aiutare a proteggere la pelle dai radicali liberi e dall’invecchiamento.  

Ricordate che quando gli antiossidanti sono esposti alla luce e all’aria troppo spesso possono rompersi, quindi è meglio optare per formule in confezioni ermetiche, Ampolle o prodotti monouso confezionati singolarmente.

La vitamina C è più comunemente raccomandata per il regime mattutino, quando si tratta di proteggere la pelle dai danni dei raggi UV e dagli aggressori ambientali. Tuttavia, poiché alcune ricerche hanno dimostrato che i radicali liberi continuano a danneggiare la pelle durante la notte, può essere utilizzata anche di notte. Se si utilizza acido glicolico o salicilico e retinolo, sarà necessario lasciare un po ‘di tempo in mezzo prima di applicare il prodotto alla vitamina C per evitare qualsiasi effetto pungente o rossore. 

 

 

NIACINAMIDE.

La niacinamide è un derivato della vitamina B3 che sopprime la melanina dal raggiungere la superficie della pelle e protegge la pelle da ulteriori danni UV. Troppa melanina (che è una sostanza presente naturalmente nel corpo che è responsabile sia del suo colore che dell’assorbimento dei raggi UV da parte della pelle) può causare macchie dell’età, lentiggini e iper-pigmentazione. Secondo uno studio condotto da Proctor e Gamble, i dati hanno rivelato che il 5% di niacinamide applicata sul viso per 12 settimane ha portato alla riduzione di linee sottili e rughe, macchie iperpigmentate, macchie rosse e sallowness (ingiallimento). Inoltre, è stata migliorata l’elasticità (misurata attraverso la cutometria).

“L’applicazione topica della niacinamide ha dimostrato di aumentare i livelli di ceramide e acidi grassi liberi nella pelle, prevenire la perdita di contenuto d’acqua e stimolare la micro-circolazione nel derma” secondo il British Journal of Dermatology nel 2000.

La niacinamide serve come precursore di NADH e NADPH, che sono co-enzimi essenziali per numerose vie metaboliche e svolgono un ruolo chiave nel metabolismo del glucosio, nella produzione di energia cellulare e nella sintesi dei lipidi. I livelli di questi co-enzimi diminuiscono con l’età e la niacinamide topica sembra invertire il declino. La niacinamide ha anche dimostrato di avere alcune proprietà antiossidanti e antinfiammatorie.

La niacinamide è anche usata per trattare l’acne, e in uno studio di 8 settimane in cui i pazienti sono stati trattati con una concentrazione del 4% di gel di niacinamide, l’82% dei pazienti trattati con niacinamide sono stati considerati migliorati. Non ci sono stati effetti collaterali. La ricerca ha suggerito che l’attività antinfiammatoria della niacinamide può aver contribuito al suo effetto sull’acne. In uno studio simile sulla rosacea, 24 pazienti su 36 hanno mostrato un miglioramento.

La niacinamide rafforza l’immunità della pelle. Ci sono cellule nella vostra pelle note come cellule di Langerhans. Sono responsabili dei meccanismi di protezione e di riparazione della vostra pelle. Quando si espone la pelle al sole, soprattutto quando si brucia la pelle, si ritirano temporaneamente lasciandola senza la sua immunità naturale contro i microbi invasori o le salvaguardie contro l’attività delle lesioni precancerose.

Inoltre, migliora le prestazioni della barriera epidermica. La barriera lipidica epidermica è ciò che fa la differenza nella salute e nell’aspetto della pelle. La niacinamide aumenta la produzione di ceramidi (componente essenziale della barriera lipidica), mantenendo la pelle forte e prevenendo la perdita di acqua trans epidermica (TEWL). La barriera lipidica aiuta a trattenere l’umidità, la mantiene idratata più a lungo e protegge la pelle dalla durezza dell’ambiente, indipendentemente dal periodo dell’anno.

La Niacinamide agisce su arrossamenti e macchie della pelle. Con una migliore barriera lipidica epidermica, la naturale capacità della pelle di proteggersi dagli aggressori esterni è notevolmente migliorata. Con il tempo e con l’applicazione quotidiana di una formulazione di Niacinamide, i miglioramenti della struttura della pelle ridurranno gli arrossamenti, le macchie e la sensibilità causate dall’esposizione all’ambiente a causa di una barriera poco funzionante.

Inoltre, la niacinamide regola il flusso dell’olio. Questo accade quando la pelle mantiene la sua naturale idratazione con una barriera lipidica ben funzionante. Le pelli grasse apprezzeranno la niacinamide applicata topicamente per tenere sotto controllo il flusso dell’olio.

Inoltre, la niacinamide protegge la pelle dalla luce infrarossa del sole. Oltre agli effetti dannosi dell’esposizione ai raggi UV, l’infrarosso attiva i radicali liberi e stimola la sovrapproduzione di cellule pigmentate, e se la pigmentazione è ormonale, il calore è un grosso problema. La niacinamide protegge la pelle dal calore. 

L’iper-pigmentazione è un’altra questione cruciale in cui la niacinamide aiuta di più. Il trasferimento di pigmento (melanosomi) dai melanociti alla pelle circostante dell’epidermide è noto come abbronzatura. Tuttavia, con il tempo, questa attività diventa disfunzionale e molti di noi finiscono per avere una pigmentazione irregolare e chiazzata piuttosto che un’abbronzatura dorata. Se la pelle è diventata sensibile all’iperpigmentazione, allora la niacinamide aiuta a ridurre la pigmentazione irregolare rallentando il trasferimento della melanina all’epidermide della pelle. L’inclusione di questo ingrediente intelligente in qualsiasi piano di trattamento di iper-pigmentazione è un must!

La niacinamide riduce al minimo le linee e le rughe perché aumenta la produzione di collagene. Insieme al miglioramento della barriera lipidica della pelle, aumenta la differenziazione cellulare che contribuisce ad una migliore sintesi e formazione di collagene ed elastina.

Infine, l’effetto sulla pelle opaca e salmastra. Mentre molti antiossidanti prevengono i danni causati dallo stress ossidativo e da quello dell’Età, la niacinamide inverte i segni visibili. Con il passare del tempo e con la costante esposizione ai radicali liberi e alla glicazione, la pelle può apparire opaca e spenta con una triste perdita di luminosità. Ecco perché la niacinamide aiuta di più. La sua azione antiossidante riduce l’impatto negativo dello stress ossidativo e migliora la capacità della pelle di reagire.

 

 

AHA.

Gli alfa-idrossiacidi, o AHA, sono acidi naturali derivati da frutti come arance e limoni. Nei prodotti per la cura della pelle del viso, gli acidi sono spesso elencati come estratto di canna da zucchero, acido glicolico, acido malico, acido della tripla frutta o acido lattico. Per ottenere i migliori risultati, utilizzare un prodotto con livelli di AHA concentrati pari o inferiori al 10%. Poiché gli acidi rendono la pelle più sensibile al sole, indossare una protezione solare ogni volta che si utilizzano creme o sieri rinforzati con AHA.

Gli alfa-idrossiacidi agiscono come esfolianti chimici, che aiutano a sciogliere e a liberarsi delle cellule morte sulla superficie della pelle. Gli acidi sono più efficaci degli esfolianti abrasivi, come scrub e panni, secondo la Harvard Medical School. Un’esfoliazione regolare aiuta a mantenere l’incarnato naturalmente luminoso, prevenendo l’accumulo di cellule morte che opacizzano la pelle.

Anche gli AHA ha importanti effetti schiarenti sulla pelle. Infatti, i danni del sole, le cicatrici e altri problemi di salute possono portare a iperpigmentazione e scolorimento della pelle del viso. Anche se un correttore cosmetico può camuffare le decolorazioni, non corregge il tono della pelle vera e propria. Gli alfa-idrossiacidi possono aiutare a “inibire la formazione di melanina” e a rimuovere le macchie.

Un altro vantaggio è l’aumento dell’assorbimento. I detriti superficiali e la pelle morta inibisce la capacità della pelle di assorbire i principi attivi contenuti nelle creme per la cura della pelle e nei sieri. Gli alfa-idrossiacidi rimuovono questi depositi superficiali per esporre le cellule sottostanti. Possono ottimizzare i livelli di assorbimento della vostra pelle in modo da ottenere i massimi risultati dai vostri prodotti di skincare preferiti.

Infine, questo contribuisce ad abbassare il numero di rughe.

Secondo il Centro Medico dell’Università del Maryland, gli alfa-idrossiacidi possono ridurre la gravità delle linee superficiali e delle rughe in alcuni modi. Gli acidi possono anche aumentare la produzione di collagene, la proteina che riempie e rassoda la superficie cutanea.